Ai nastri di partenza la III edizione del progetto “Vigile per un giorno” promosso da Fidas Grassano

Sabato 16 Marzo si è dato il via alla III edizione del progetto “Vigile per un giorno” promosso dalla FIDAS Grassano. A tenere le lezioni sul Codice della strada alle classi quinte elementari dell’Istituto Comprensivo A. Ilvento è stato il Comandante della Polizia Locale, l’Ispettore Giuseppe Sansone.

“L’idea di questo progetto – ha commentato il Presidente della sezione FIDAS Grassano Dino Lafiosca – è nata dall’emergenza  scattata nei  centri ospedalieri regionali, che nel periodo estivo, con l’aumentare degli incidenti stradali si sono  trovati, come accade inevitabilmente ogni anno,  con le scorte di unità di sangue quasi al limite. Il progetto “Vigile per un giorno”  giunto alla sua terza edizione è diventato ormai appuntamento consolidato. Il neo dirigente scolastico Gerardo Desiante ha  sostenuto l’iniziativa , partita con la preside Martelli,  con lo scopo di  sensibilizzare i più piccoli ad essere più responsabili quando vivono la strada,  a rispettare le regole e se possibile aiutare a farle rispettare con il motto “EVITA INCIDENTI PER NON INCORRERE NELL’ EMERGENZA SANGUE”.  I ragazzi saranno, a turno, come avviene già da due anni  protagonisti  ausiliari del traffico negli incroci in prossimità della scuola, ad aiutarli gli agenti della Polizia Locale.

Presenti alla lezione,  oltre alle maestre delle classi quinte che hanno aderito al progetto, i dirigenti associativi della locale sezione Fidas e il vice Presidente Nazionale Antonio Bronzino che ha sottolineato la validità di questa  iniziativa perché insegna ai piccoli pedoni a conoscere le regole, ad applicarle e forse a farle applicare anche a  grandi spesso distratti.  Interessante la lezione  dell’Ispettore Giuseppe Sansone  che per catturare l’attenzione dei ragazzi si è avvalso dell’ausilio di alcuni  fumetti preparati dal personale della Polizia Stradale per rendere più accessibile e far comprendere meglio quali sono i pericoli che si possono incontrare per strada. Tantissime le domande al vigile sui segnali stradali; segnali che i ragazzi vedono ogni giorno andando a scuola, giocando in strada, ma di cui non né conoscevano il significato. Entusiasti i piccoli vigili hanno indossato la divisa, il cappellino e il fischietto ed hanno simulato un attraversamento sulle strisce, la fermata di un auto al passaggio di un pedone e altre piccole applicazioni pratiche.

Una  giornata ricca di curiosità e voglia di imparare si è dimostrata quella di sabato, che ha rappresentato la prima fase del progetto “Vigile per un giorno” a seguire la pratica per strada e l’ultimo appuntamento con  il pediatra cittadino Dott. Eustachio Lapacciana su alcune nozioni di Primo Soccorso.

Leave a reply