La Fidas Grassano festeggia la donazione in “rosa”

La Fidas Grassano festeggia l’otto marzo con una giornata straordinaria di raccolta sangue.

Fidas_La_sfida_di_donare_banner460x220

Una giornata di donazione in “ rosa” promossa dalla Fidas Nazionale  e la  locale sezione di donatori sangue ha aderito volentieri promuovendo una giornata straordinaria di raccolta  proprio nel giorno dedicato alla festa della donna.  In Italia ci sono oltre un milione e 700mila donatori di sangue, ma le donne rappresentano solo il 30% del totale. Perciò FIDAS, nel mese dedicato alle donne, chiede di accrescere la loro presenza come donatrici. Portavoce di questo messaggio è la campionessa Rosalba Fociniti, atleta del CS Carabinieri e della Nazionale , immagine positiva del judo e dello sport italiano, bronzo nelle Olimpiadi di Londra 2012; che incoraggia le donne a “fare la mossa giusta”.

“ Abbiamo accolto di buon grado l’invito rivoltoci dal presidente regionale Fidas Paolo Ettorre” ha commentato la vice presidente Antonietta Tortorelli “ e subito ci siamo attivati per sostenere questa iniziativa nazionale. Una giornata di donazione che vedrà impegnate solamente donne a partire dal medico,  a seguire con  lo staff infermieristico, passando  dalla segreteria fino ad arrivare all’angolo ristoro dopo aver donato, ovviamente  le donazioni saranno effettuate solo da donne. Nella nostra sezione si registrano già diverse donatrici che spesso donano il plasma , ma appena abbiamo iniziato a pubblicizzare l’evento abbiamo potuto riscontrare un ulteriore  disponibilità, insomma un modo diverso per festeggiare la donna compiendo  un gesto d’amore nei confronti di tanti bisognosi”.

La donna madre, moglie, amica, sorella, la donna che quotidianamente compie gesti di solidarietà per il benessere dei propri cari, che è sempre pronta a dare senza mai chiedere. Per le donne la generosità è naturale e spontanea, ma possono ampliarla anche nei confronti di quelle persone che non fanno parte della loro famiglia, ma che hanno comunque un gran bisogno di loro.

Leave a reply