Tre chilometri e mezzo di nuoto anche del gruppo nuotatori della Fidas Basilicata

Anche la Basilicata, con una nutrita delegazione, ha partecipato alla  7a Traversata della Solidarietà, con partenza a nuoto da Torre Faro di Messina ed arrivo sulla spiaggia di Cannitello. Presenti all’evento  donatori sangue FIDAS provenienti da Friuli Venezia Giulia, Veneto, Lazio, Abruzzo, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria e Sicilia. La delegazione Lucana , formata in prevalenza da  giovani  coordinati da Angela Morrone, Coordinatrice regionale giovani Fidas, si sono divisi i compiti: 10 nella squadra di nuoto e 10 hanno partecipato ai tornei di beach volley e ping pong.

Ad accompagnare la squadra dei nuotatori composta da: Luigi Daraio, Pierluigi Sabia, Vito Sabia, Luciano Mancusi, Luca D’Andrea, Francesco Cameriero,  Valerio Zago e Vito Rosa, il mister dell’associazione sportiva Basilicata Nuoto 2000 Michele Lacava. Punta d’eccellenza nella rappresentativa lucana come nuotatore nella categoria paraolimpici Emilio Frisenda campione italiano  sulla distanza dei 100 metri stile libero e dei 50 metri delfino. Mentre ai vari tornei hanno partecipato giovani provenienti dalle sezioni Fidas di Irsina, Grassano, Potenza e Muro Lucano:  Giuseppe Decollanz, Antonio Valletta, Giacomo Pontillo, Domenico Spadafino, Daniele Pace, Martino Viscaglia, Vincenzo Rinaldi, Angelo Foscolo, Sabino Buscemi, Maria Felice Cerone.

Ad accompagnare i giovani Paolo Ettorre presidente regionale Fidas, Paola Saraceno componente del Consiglio Direttivo e Antonio Bronzino vicepresidente nazionale Fidas.

“Più che una gara vera e propria  di nuoto”, il commento del presidente Ettorre, “l’idea è stata  quella di unire simbolicamente, attraversando lo stretto di Messina, la richiesta di bisogno di unità ematiche con la disponibilità dei volontari nel voler compiere questo gesto fraterno. La Fidas Basilicata è stata presente all’evento con delegazioni sempre più nutrite e ogni anno è un’emozione diversa, ma questa settima edizione ha fatto registrare un doppio evento: l’arrivo delle due imbarcazioni partite da Imperia e Trieste lo scorso 7 luglio con Fidas coast to coast e che ha visto, nella tappa lucana dello scorso 24 luglio, l’accoglienza della barca Savage presso il Circolo Velico di Policoro con un’accoglienza straordinaria da parte di donatori, Istituzioni e semplici cittadini che hanno apprezzato lo spirito di solidarietà che ha contraddistinto la manifestazione”.

“La traversata dello Stretto di Messina dei donatori di sangue rappresenta per la Fidas un appuntamento consolidato per promuovere la cultura della donazione e che racchiude in sé il legame tra donatore e ricevente”, questo quanto  affermato dal presidente nazionale Fidas Aldo Ozino Caligaris che plaude all’ottima riuscita della manifestazione che vede ogni anno una partecipazione sempre più nutrita di atleti che credono nella solidarietà.

Tra i nuotatori anche l’atleta reggina Anna Barbaro dell’associazione AVESD con noi RC, non vedente, campionessa italiana di nuoto paraolimpico, alcuni atleti dell’Associazione Special Olympics, gli atleti del Centro Sportivo Nuoto dell’arma dei Carabinieri e delle Fiamme Oro della Polizia di Stato.

Ad accompagnare i donatori l’attore e cantautore Luca Seta, già protagonista di “7 vite” e “Un posto al sole”, che ha raccolto con entusiasmo l’invito della Federazione a sostenere il messaggio della FIDAS, e che ha accompagnato nell’ultimo tratto i nuotatori al traguardo.

L’evento ha visto il sostegno della Guardia Costiera, della Lega Navale della Fondazione CARICAL, della casa farmaceutica Kedrion.

il gruppo fidas a reggio2

Leave a reply